Frazionamento e tipo mappale

Quando avviene un cambiamento di stato di un terreno in nostro possesso è necessario notificare tale variazione al Catasto. Tale situazione può presentarsi in caso di frazionamento di una particella catastale per passaggio di proprietà oppure di edificazione, ampliamento, demolizione di unità immobiliari che siano presenti su di un terreno. Gli intestatari dei beni immobili devono presentare una dichiarazione di aggiornamento dei dati catastali all’ Agenzia delle entrate mediante un atto disposto da un architetto. Presso lo Studio di architettura Bastoni troverete professionisti in grado di chiarire ogni dubbio riguardo le dichiarazioni e gli atti da presentare e seguiranno i clienti nella procedura burocratica ai fini della presentazione della dichiarazione. La dichiarazione di aggiornamento al Catasto può essere costituita da tipo frazionamento e tipo mappale.

Tipo mappale presso lo Studio di architettura Bastoni.

Il tipo mappale è un atto di aggiornamento cartografico mediante il quale viene comunicato al Catasto un intervento effettuato su di un fabbricato presente su di un terreno, come ad esempio in caso di ampliamento. L’atto deve essere redatto in conformità a quanto disposto dalla Circolare 2/88 il quale prevede che venga effettuato il rilievo tramite Gps o stazione totale appoggiato ai punti fiduciali o ai punti delimitanti l’area oggetto della variazione. L’inserimento sulla cartografia catastale dei nuovi fabbricati edificati sul terreno viene effettuato dagli architetti Bastoni mediante l’utilizzo del software Pregeo (PREtrattamento atti GEOtermici) in uso presso lAgenzia delle entrate. Prima dell’utilizzo di Pregeo i rilievi catastali venivano effettuati utilizzando strumenti quali lo squadro, la cordella metrica, il triplometro, ma tale strumentazione al giorno d’oggi viene considerata di scarsa precisione ed è stata sostituita dal metodo satellitare, poligometrico o celerimetrico. In questo caso i rilievi catastali vengono effettuati appoggiandosi a punti fiduciali.Successivamente l’architetto provvederà ad inoltrare l’atto telematicamente mediante la piattoforma Sister. In caso vengano riscontrati problemi per via telematica gli architetti Bastoni provvederanno a consegnare i documenti cartacei presso gli uffici provinciali di competenza. In base alla tipologia di intervento da eseguire si distinguono diverse forme di tipo mappale, ad esempio, per demolizione totale o parziale, ampliamento del fabbricato, fusione di due parti.

Perché ricorrere al frazionamento catastale?

Il tipo frazionamento viene utilizzato per rappresentare sulla mappa del Catasto una nuova linea dividente di una particella catastale. Nello specifico si parla di frazionamento catastale quando vi è la necessità di dividere in più parti un terreno o un’unità immobiliare come nel caso di passaggio di proprietà. Le ragioni alla base del frazionamento possono essere economiche in quanto, suddividendo un immobile in più parti, specie nelle grandi città, è possibile ricavarne più guadagno, oppure riguardare successioni ereditarie dovendo dividere un immobile tra i vari eredi. Come per il tipo mappale anche nel caso di tipo frazionamento i rilievi topografici vengono effettuati mediante strumentazioni elettroniche ed elaborati dall’architetto mediante il software Pregeo. In caso di frazionamento immobile bisognerà presentare la pianta con la suddivisione originaria degli spazi e il nuovo progetto, mentre in caso di terreno bisogna richiedere la pianta all’ufficio preposto. Successivamente lo Studio di architettura Bastoni procederà ad inviare la domanda telematicamente sempre mediante la piattaforma Sister.

Inserire caratteri numerici

Seguiteci su